Crocerone Agriturismo con alloggio
Bassano del Grappa – Veduta

Bassano del Grappa*

Bassano del Grappa è un comune italiano di circa 45.000 abitanti della provincia di Vicenza in Veneto.

Bassano del Grappa è situata nel nord-est della penisola italiana, nel cuore della regione Veneto, al confine tra le provincie di Vicenza, Padova e Treviso. La città si trova ai piedi delle Prealpi Venete (Altopiano di Asiago e Monte Grappa), nel punto in cui il Brenta sbocca dal Canale di Brenta (Valsugana).

Clima

La città ha un clima semicontinentale con inverni piuttosto freddi e umidi, le estati sono invece calde e afose. Effetti positivi hanno le colline e le montagne che, molto spesso, hanno effetto mitigante sul clima della zona.

BASSANO DEL GRAPPA Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Inv Pri Est Aut
T. max. media (°C) 5,9 8,2 12,3 17,0 22,6 26,0 28,2 27,6 24,5 19,0 12,1 6,8 7 17,3 27,3 18,5 17,5
T. min. media (°C) -1,4 -0,3 3,0 7,0 11,5 14,9 17,1 16,7 13,9 9,3 4,2 0,0 -0,6 7,2 16,2 9,1 8

Monumenti e luoghi di interesse

Architetture civili

  • Villa Angarano Bianchi Michiel di Andrea Palladio. Il progetto della villa è inserito nei Quattro Libri dell'Architettura dell'architetto vicentino, in cui si mette in luce l'interessante posizione della villa, la quale gode della vicinanza del Fiume Brenta
  • Villa Rezzonico Borella XVII-XVIII sec. Con Cappella, Parco e giardino. Attribuita agli Architetti Baldassare Longhena e Giorgio Massari. Parte delle statue e degli stucchi che si trovano nella villa sono attribuiti ad A. Canova e Abbondio Stanzio. Nel salone principale vi sono alcune pitture e tele di Antonio Canova, D.Pellegrini, ecc.; mentre alcune sale della villa ospitano una raccolta di quadri antichi di autori come Dosso Dossi, ecc. e di antichità. L'architetto americano Paul Chalfin si ispirò a questa villa per realizzare la villa Vizcaya a Miami (U.S.A.) nel 1914-1916.
  • Villa Ca' Erizzo Luca di origine quattrocentesca costituisce uno dei contesti architettonici più pittoreschi di Bassano. Situata sulla sponda sinistra del Fiume Brenta, al suo interno custodisce un patrimonio di affreschi, stucchi e mobili antichi di raro pregio. Soggiornarono nei suoi ambienti durante la Grande Guerra, i cosiddetti "Poeti di Harvard" quali John Howard Lawson, John Dos Passos ed Ernest Hemingway.
  • Villa Giusti del Giardino
  • Palazzo Pretorio
  • Palazzo Sturm
  • Palazzo Bonaguro

Architetture religiose

  • Duomo. Sorge sull'antica pieve, all'interno della Prima Cerchia Muraria del Castello Superiore. La presenza di questa pieve è documentata fin dal 998, in un placito steso in occasione di un'assemblea giudiziaria presieduta dal Conte Azeli e da Oberto, Vescovo di Verona. Rifatto nel 1417 e poi in seguito più volte ritoccato. All'esterno pregevole il campanile, mentre all'interno spicca il Crocifisso ligneo del XII sec. e la Croce del Filarete risalente al 1449.
  • Chiesa di San Francesco. Costruita con dedica alla Vergine Maria fu ceduta ai Frati Minori Conventuali che lo dedicarono a San Francesco. In stile romanico a croce latina è stata più volte ingrandita. La facciata ha struttura a capanna con un agile protiro ad archi a tutto sesto risalente al 1306. Da segnalare l'Annunciazione di Guariento di Arpo oltreché un Crocifisso ligneo dipinto.
  • Tempio Ossario. Costruito inizialmente per ospitare la nuova sede arcipretale di Bassano, in seguito alla fine della Grande Guerra divenne ossario per seppellire in maniera decorosa i caduti in battaglia. Ospita circa 6000 caduti tra cui 236 decorati. Di stile neo-gotico, a croce latina è costruito interamente in mattoni rossi. L'intera costruzione lunga 75 metri è snellita da 2 agili campanili di 60 metri d'altezza ciascuno.
  • Chiesa di San Giovanni Battista
  • Chiesa di San Donato
  • Monastero della Santa Croce
  • Chiesa di San Giorgio

Architetture militari

  • Castello degli Ezzelini
  • Porta delle Grazie
  • Porta Dieda
  • Torre Civica

Altro

Le piazze

  • Piazza Libertà
  • Piazza Garibaldi
  • Piazza Terraglio
  • Piazzotto Monte Vecchio
  • Piazzale Cadorna
  • Piazzale Trento
  • Piazzale Generale Giardino
  • Piazzetta Angarano
  • Piazzetta Zaine
  • Piazzetta Alfeo Guadagnini

Le vie centrali

  • Via Roma
  • Via Jacopo Da Ponte
  • Via Matteotti
  • Via Verci

I ponti

Il Ponte degli Alpini

Il ponte di Bassano sul Brenta, detto Ponte Vecchio, è noto anche come ponte degli Alpini ed è il soggetto e il titolo di un canto popolare degli Alpini. La storia del ponte inizia ben prima, nel 1209 si ebbe la sua prima costruzione databile. Questa struttura fu definitivamente travolta dalle piene del fiume nell'ottobre del 1567. Andrea Palladio nel 1569 progettò un nuovo ponte, proponendo inizialmente un progetto completamente diverso dal precedente, ovvero a tre arcate di pietra sul modello degli antichi ponti romani (ricopiando il contemporaneo progetto del Ponte sul Tesina). Il Consiglio cittadino bocciò il progetto, imponendo all'architetto di non discostarsi troppo dalla struttura tradizionale. Così nell'estate del 1569 Palladio tornò ad un progetto su struttura in legno, in modo tale che la sua elasticità fosse in grado di contrastare l'impetuosità del fiume Brenta, ma di grande impatto visivo.

Il ponte appoggiava su 4 piloni di legno di forma triangolare, allineati al flusso d'acqua, ed era ricoperto da un tetto, sostenuto da colonne tuscaniche; Questo ponte fin dall'antichità costituiva la via di comunicazione principale fra Bassano e Vicenza. Ancora nel 1748 il ponte fu travolto da una piena; fu poi ricostruito tre anni dopo da Bartolomeo Ferracina. Durante la seconda guerra mondiale il ponte fu fatto saltare dai partigiani il 17 febbraio 1945 per proteggere la città. Fu ricostruito nel 1947, secondo l'originale disegno di Palladio, in nove mesi. Successivamente al nome ponte vecchio, si aggiunse la dicitura, ponte degli Alpini in quanto furono tra i principali sostenitori della sua ricostruzione.

Dal ponte si gode di un'ottima vista sulle montagne circostanti e sulla Valbrenta.

Altro ponte è il più recente, il Ponte della Vittoria.

Aree verdi

  • Prato Santa Caterina | Parco Ragazzi del '99
  • Oasi Naturalistica Gemma
  • Giardini Parolini

Cultura

Biblioteca

La biblioteca di Bassano del Grappa, nasce grazie al naturalista Gian Battista Brocchi che dopo la sua morte, avvenuta nel 1826, lascia in eredità il suo patrimonio alla sua città natale, Bassano. Aperta al pubblico nel 1840, nei locali dell'ex convento di San Francesco, negli anni, grazie alle generose donazioni di illustri cittadini bassanesi, iniziò ad accumulure sempre più beni fino a giungere ai giorni nostri come una delle ricche di opere. Presso la biblioteca si conserva anche l'Archivio Comunale con documenti dal 1211 al 1950.

Musei

  • Museo Civico di Bassano del Grappa
  • Museo della Ceramica di Palazzo Sturm
  • Poli-Museo della Grappa
  • Museo dei Remondini stampatori del XVIII secolo
  • Museo dell'Automobile Luigi Bonfanti
  • Museo degli Alpini nella guerra 15/18

Manifestazioni

  • Operaestate Festival Veneto: 35 città coinvolte, 400 serate di spettacolo in oltre 2 mesi tra ville, castelli, parchi e palazzi, piazze e musei della Pedemontana. Si svolge annualmente tra giugno e settembre
  • Infart Urban Art & Music Festival: 3 giorni di arte e musica. Artisti provenienti da tutto il mondo per uno spettacolo che si svolge annualmente a settembre. Performance ed installazioni, esposizioni e opere site specific, concerti live e dj set.
  • Stile Libero Festival: 5 giorni di musica nel mese di settembre

Teatri e cinema

  • Teatro Astra
  • Teatro Jacopo Da Ponte
  • Teatro Remondini
  • Metropolis Cinemas

Prodotti tipici

Tra alcuni prodotti tipici famosi in tutta Italia si notano:

  • l'asparago bianco di Bassano D.O.P.
  • la ceramica lavorata a mano
  • il broccolo di Bassano
  • i "bigołi" di Bassano
  • la grappa
  • la tagliatella

Di fronte al Ponte Vecchio è situato il Museo della Grappa Poli, fondato dalla Poli Distillerie, all'interno del quale è possibile scorrere la storia della grappa attraverso antichi alambicchi e rari manoscritti.

Infrastrutture e trasporti

  • Strade: Bassano si trova sul percorso della SS 47 Padova-Trento. Le autostrade più vicine sono la A4 e la A31.
Bus e corriere collegano Bassano con numerosi comuni limitrofi oltre ad Asiago, Vicenza, Padova e Treviso. Ad Asiago la unisce anche la SP 72, detta strada della Fratellanza.
  • Ferrovie: Bassano è collegata con treni regionali a Trento (via Primolano), Padova (via Cittadella, Camposampiero), Venezia (via Castelfranco).
  • Aeroporti: gli aeroporti internazionali più vicini sono l'"Antonio Canova" di Treviso e il "Marco Polo" di Venezia.
  • Porti: il porto più vicino è quello di Venezia.
*Le informazioni sono state raccolte e rielaborate dalla pagina relativa a Bassano del Grappa su Wikipedia.